Questo sito utilizza cookie analitici e di profilazione, propri e di altri siti, per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie fai riferimento all'informativa. Se fai click sul bottone "Acconsento" o accedi a qualunque elemento sottostante a questo banner acconsenti all'uso dei cookie

Editoriale
 
21 settembre 2013
 
XX Giornata Mondiale dell’Alzheimer
 
In occasione della XX Giornata mondiale dell’Alzheimer, la nostra Associazione, impegnata dal 2004 nell’assistenza a pazienti e familiari, presenta all’Auditorium del Ministero della Salute il Convegno-ECM “Alzheimer oggi. Un nuovo approccio alla demenza. Il modello biopsicosociale: prevenzione, diagnosi e cura della Malattia di Alzheimer. Assistere il malato e supportare il caregiver: l’O.M.A.D. - l’Operatore per i malati di Alzheimer ed altre forme di demenza”. Una giornata informativo-formativa rivolta ai familiari ed a quanti saranno interessati agli argomenti in programma e con il riconoscimento di n. 6 crediti formativi per MMG, Neurologi, Geriatri, Psicologi e Psicoterapeuti, Biologi ed Educatori professionali. Sarà l’occasione per fare il punto della situazione su cosa lo Stato italiano in termini di strutture e servizi ha fatto dal 2000, anno del Progetto Cronos, ad oggi, su come gli specialisti ricevono e curano i pazienti, su come supportano i familiari, ma sarà anche l’occasione per presentare il modello biopsicosociale per la diagnosi e la cura del paziente affetto da demenza. Proprio sul modello biopsicosociale verrà anche dato l’annuncio della successiva presentazione del volume dal titolo “La costruzione di un modello biopsicosociale della mente: aspetti teorici ed implicazioni pratiche sulla salute umana”, un’opera realizzata grazie agli studi del Prof. Blundo, del Dott. Bove e della Dott.ssa Pavino. E per finire, si parlerà di assistenza ai malati e di supporto concreto ai caregivers attraverso la figura dell’O.M.A.D. - l’Operatore per i malati di Alzheimer ed altre forme di demenza, una risorsa professionale ed umana che la nostra associazione forma dal 2006 per accompagnare dalle prime manifestazioni di demenza e lungo tutto il corso della malattia i pazienti e sostenere con consigli, indicazioni ed intuizioni validate dall’esperienza acquisita in anni di assistenza, i familiari-caregivers che spesso hanno difficoltà nella comprensione di alcuni comportamenti del proprio caro e soprattutto si dimostrano umanamente, incapaci di accettare il cambiamento repentino del loro stile di vita. Insomma una giornata importante, resa tale dalla presenza autorevole di illustri medici specialisti.